Ciaspolate nella neve: i migliori percorsi in Italia

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Arriva l’inverno e si sa: esplorare la montagna camminando nella neve, immersi nel silenzio dei boschi, è un’esperienza che non ha prezzo.

Oltre allo sci e allo snowboard, anche le ciaspolate nella neve tra laghi alpini, ghiacciai scintillanti e borghi tranquilli stanno diventando un vero e proprio must per la stagione invernale, grazie a una serie di località del nostro paese che fanno invidia per bellezza e varietà dei paesaggi al resto d’Europa.

Nel corso di questo articolo andremo quindi a esplorare le migliori località per fare una bella ciaspolata nella neve. Pronti a visitare la vasta gamma di paesaggi alpini di rara bellezza? Allora non perdiamo tempo e iniziamo il cammino.

Val di Non, Trentino-Alto Adige

Nel suggestivo scenario delle Alpi del Trentino-Alto Adige, le ciaspole diventano il mezzo ideale per esplorare rifugi panoramici e vette innevate.

La Val di Non, nell’ambito del gruppo delle Maddalene, offre un affascinante itinerario attraverso numerosi paesaggi innevati: nello specifico il percorso per le ciaspole inizia risalendo la Val di Non verso il passo delle Palade, con il parcheggio sulla destra dopo la prima galleria che connette la Val di Non alla Val d’Ultimo. Da lì si prosegue lungo la pista forestale che si inerpica attraverso il bosco, fino a raggiungere il segnavia n. 26 che conduce rapidamente alla Malga di Lauregno.

Per chi volesse proseguire il percorso, seguendo il segnavia n. 114 si toccano la Malga Castrin, la Malga di Cloz e quella di Revò. Il rientro avviene infine lungo la pista forestale pianeggiante segnalata dal percorso n. 8, che riporta al punto di partenza presso il parcheggio.

L’itinerario, che si estende per una lunghezza complessiva di 9 km, si presenta accessibile a tutti e regala un’indimenticabile esperienza immersa nella bellezza incontaminata dei paesaggi invernali.

Monte Rosa, Piemonte

Il massiccio del Monte Rosa ospita la seconda vetta più elevata delle Alpi, la Punta Dufour, ed è più in generale un sistema montuoso di straordinaria bellezza.

L’emozionante escursione con le ciaspole che ha inizio da Macugnaga offre l’opportunità di contemplare la maestosa parete nord-est, immergendosi completamente in un ambiente selvaggio e gelido. L’avventura ha inizio a Pecetto, località situata a quota 1358 metri sul livello del mare, seguendo un ampio percorso a sinistra della seggiovia fino all’incrocio con la pista da sci.

Da qui, si inizia a salire sulla pista più ripida, guadagnando rapidamente quota fino a raggiungere il Belvedere, a 1932 metri sul livello del mare. A questo punto, gli escursionisti possono decidere se seguire le indicazioni per l’Alpe Fillar, godendo del panorama sul Monte Rosa e sul ghiacciaio del Belvedere, oppure proseguire verso il rifugio Marinelli, per poi raggiungere il rifugio Zamboni e il lago delle Locce, arrivando così a 2300 metri di quota.

Monte Bianco, Val D’Aosta

Il percorso con le ciaspole ai piedi del Monte Bianco conduce fino al rifugio Bertone, offrendo un autentico balcone panoramico con vista sul Monte Bianco.

L’avvio avviene dal cuore di Villair Damon – Courmayeur, seguendo una pista innevata che costeggia il torrente proveniente dalla val Sapin e procedendo lungo il sentiero 42 che conduce al rifugio Bertone.

L’itinerario segue il sentiero estivo, attraversando un suggestivo bosco di abeti rossi e proseguendo fino al monumento in pietra dedicato al Battaglione Aosta degli Alpini. La salita continua, regalando una spettacolare vista panoramica sui monti di La Thuile, spaziando dal Mont Colmet al Mont Crammot.

La direzione da seguire è verso sud, attraverso i pascoli innevati che si estendono sotto il rifugio Bertone. Il percorso, di difficoltà escursionistica, richiede circa 3 ore per essere completato ed è sconsigliato in caso di abbondanti precipitazioni.

Come scegliere le Ciaspole per una ciaspolata comoda e in sicurezza

Quando si tratta di scegliere le ciaspole per una piacevole camminata invernale, è importante trovare il modello giusto per assicurare una marcia agevole e sicura attraverso la neve. Prima di tutto, considerate la forma del vostro piede: le ciaspole dovrebbero adattarsi offrendo un sostegno al tempo stesso comodo e stabile, garantendo una camminata sicura. Il consiglio è quindi quello di scegliere un modello regolabile che si adatti alla vostra scarpa o al vostro stivale invernale preferito.

La lunghezza delle ciaspole è altrettanto cruciale: se troppo lunghe, infatti, potrebbero causare inciampi e incertezze nella marcia; se troppo corte, potrebbero non fornire la trazione desiderata sulla neve. Assicuratevi quindi di scegliere un modello in grado di offrire il giusto sostegno, basandovi su fattori come altezza e peso, ma pensando anche al tipo di terreno che prevedete di esplorare.

Per neve fresca e soffice, infatti, ciaspole con lame più ampie offriranno una migliore galleggiabilità, mentre per terreni più compatti e ghiacciati, lame più strette forniranno una trazione maggiore.

Non dimenticate di prendere in considerazione anche il sistema di fissaggio delle ciaspole: un buon attacco dovrebbe essere sicuro e facile da regolare, garantendo una calzata stabile e comoda durante la camminata.

Infine, fate attenzione anche alla leggerezza e alla portabilità delle ciaspole, specialmente se avete in programma lunghe escursioni. Con una scelta oculata delle vostre ciaspole, potrete trasformare una passeggiata invernale in un’esperienza rilassante e divertente, mantenendo sempre la giusta sicurezza e comfort sotto i piedi.

Una volta terminata la passeggiata, infine, è importante pulire e conservare al meglio le proprie ciaspole. Le regole da seguire sono in tutto e per tutto simili a quelle degli scarponi, pertanto per maggiori dettagli vi rimandiamo alla nostra guida “come conservare sci e scarponi”.

A pulizie terminate, sarà dunque possibile conservare le ciaspole in un luogo asciutto e al riparo dall’umidità. Ma dove riporle se non si ha spazio in casa?

Hotel delle Cose, la soluzione perfetta per archiviare ciaspole e attrezzatura sportiva

Con gli Hotel delle Cose, Casaforte presenta una soluzione self storage altamente pratica ed efficiente per lo stoccaggio di sci, scarponi e di tutta l’attrezzatura sportiva.

I box variano da un minimo di 2 a un massimo di 120 metri quadrati, ed il personale specializzato è sempre a disposizione offrire consigli utili per sfruttare ogni centimetro di spazio disponibile. La flessibilità è al centro del servizio di Casaforte, consentendo di effettuare facilmente un upgrade a box più spaziosi solo quando effettivamente necessario. In questo modo, sarà possibile pagare solo per lo spazio effettivamente utilizzare garantendo così una notevole ottimizzazione della spesa.

I self storage di Casaforte offrono condizioni ambientali ottimali, assicurando che ogni attrezzatura sia conservata nelle migliori condizioni possibili e in totale sicurezza, grazie anche all’impianto di videosorveglianza attivo 24 ore su 24.

Gli Hotel delle Cose sono distribuiti nelle principali città italiane: vieni a trovarci e tocca con mano la qualità del nostro servizio!

Invia subito la tua richiesta