Come (e cosa) esporre ai mercatini di Natale

Facebook
Twitter
LinkedIn

I mercatini di Natale sono un vero e proprio must per quanto riguarda i festeggiamenti del periodo natalizio. In fondo, chi di voi non è mai andato alla ricerca di oggetti artigianali per i mercatini tipici che quasi sempre popolano il centro storico, magari degustando i piatti tipici o bevendo una gustosa cioccolata calda?

Questi mercatini rappresentano una grande occasione per tutte le attività locali, che tramite uno stand possono acquisire un’ottima visibilità incrementando così le vendite.

Se sei un rivenditore e disponi di un’attività commerciale, a questo punto ti starai quasi sicuramente chiedendo come presentare un tuo stand e soprattutto cosa esporre ai mercatini di Natale.

Del resto capire a chi rivolgersi e quali permessi ottenere non è scontato, e tantomeno lo è imparare l’arte di una corretta esposizione dei prodotti per attirare l’attenzione del pubblico.

Se vuoi scoprire come e cosa esporre ai mercatini, leggi la nostra guida e scopri ogni trucco del mestiere!

Come esporre nei mercatini di Natale

Quanto costa esporre ai mercatini di Natale e quali documenti è necessario presentare? Come è facile intuire, non c’è una risposta immediata a queste domande è il motivo è presto detto: infatti non esiste un ente unico che a livello nazionale (o anche solo regionale) organizzi i mercatini del periodo natalizio.

Ogni comune in genere ha le sue regole, ma spesso la gestione viene affidata anche ad enti come la Pro Loco, le associazioni commercianti e gli organizzatori di eventi.

Il primo passo è quindi quello di verificare in comune l’organizzatore dei mercatini; da qui sarà possibile muoversi per conoscere i  documenti necessari e soprattutto i costi da sostenere per prendere parte all’esposizione.

Per quanto riguarda questi ultimi, occorre evidenziare una grande variabilità legata in larga parte alla portata dell’evento: maggiore è la risonanza dell’evento, maggiori saranno i partecipanti e di conseguenza anche i costi.

Un’altra verifica importante da fare riguarda la tipologia del mercatino.

Infatti non tutti i mercatini risultano generalisti, e al contrario in base alla zona e alle tradizioni potremmo trovare un mercatino dedicato ai vestiti, uno ai prodotti a km zero, uno agli oggetti artigianali e così via dicendo.

Risulta quindi fondamentale informarsi a dovere per avere piena consapevolezza dei mercatini della propria zona, così da capire la pertinenza rispetto alla propria attività commerciale.

Cosa si vende di più ai mercatini di Natale

Ma cosa si vende di più ai mercatini di Natale?

Come detto sopra, sono davvero numerose le tipologie di esposizione che possiamo ritrovare nei mercatini di Natale.

Dai cibi alla bevande, passando per i vestiti, gli oggetti d’arredo e l’elettronica, sono davvero molte le merci in cui potremmo imbatterci in ogni stand.

Questo aspetto non dovrebbe sorprenderci: nel periodo natalizio, infatti, gli oggetti ricercati sono tra i più disparati ed è quindi normale che si vada alla ricerca di regali di tutti i tipi.

Un mercatino con una vasta gamma di espositori, quindi, permette di soddisfare le esigenze di tutti e attirare più persone, aumentando così in maniera esponenziale la visibilità per gli espositori.

Discorso visibilità a parte, occorre però fare una considerazione in più sulla tipologia di merce trattata.

Nel caso dei prodotti elettronici, infatti, è innegabile che questi espositori subiscano la concorrenza dei vari mercati online e degli e-commerce, tanto per quanto riguarda i prodotti recenti quanto per quelli più vintage.

Lo stesso discorso si applica alla perfezione per quanto riguarda i vestiti, con opzioni di acquisto online sempre più numerose non soltanto per i capi di abbigliamento nuovi, ma anche per quelli di seconda mano o vintage.

Se invece consideriamo i prodotti dell’artigianato e dell’enogastronomia locale, possiamo facilmente comprendere come la prospettiva cambi radicalmente.

Infatti le opzioni d’acquisto online per i prodotti di piccoli artigiani o di allevatori e coltivatori a km zero si riducono notevolmente, lasciando quindi un’opportunità perfetta da cogliere tramite i mercatini di Natale.

Inoltre i mercatini stessi, strettamente legati alla realtà locale di un paese specifico, si prestano perfettamente a valorizzare le tradizioni e più in generale l’economia locale.

Come organizzare l’esposizione: la necessità di spazio extra

Spesso i mercatini non offrono stand di grandi dimensioni, e i prodotti più gettonati (specialmente nelle settimane vicine al Natale) vengono venduti a ritmi decisamente sostenuti.

Il che provoca un problema logistico per la maggior parte degli espositori: come tenere una buona riserva di prodotti a portata di mano per ripopolare l’espositore?

Per fortuna, con i suoi Hotel delle Cose, Casaforte fornisce una risposta adeguata a questa e a tutte le esigenze di spazio temporaneo.

Il self storage di Casaforte rappresenta infatti un servizio caratterizzato da grande flessibilità: a differenza di un magazzino tradizionale, infatti, un Hotel delle Cose può essere utilizzato anche per periodi molto brevi, ed è possibile passare a una “taglia” di dimensioni maggiori solo quando strettamente necessario.

Tutti i box risultano allarmati e videosorvegliati h24, un aspetto fondamentale per migliorare la sicurezza degli oggetti custoditi al loro interno, e tramite il personale qualificato è possibile ottenere consigli pratici per sfruttare ogni cm a disposizione.

Un altro vantaggio degli Hotel delle Cose è costituito dalla loro posizione: situati presso le maggiori città italiane, i self storage Casaforte sono sempre facili da raggiungere permettendo spostamenti agevoli.

Contatta il personale e trova il centro più vicino a te!

Invia subito la tua richiesta