Bonus mobili 2022: come funziona e a chi spetta

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Buone notizie per chi si appresta a effettuare una ristrutturazione completa di un immobile: la legge di Bilancio 2022 ha prorogato il Bonus mobili fino al 2024.

Tradotto in termini concreti, chi si appresta a rinnovare l’arredo di una casa in ristrutturazione (elettrodomestici) avrà diritto a una detrazione Irpef sulla metà dell’importo acquistato, fino a un massimo di 10mila euro (limite calato di 6mila euro rispetto all’anno precedente).

Per quanto quest’anno la detrazione sia stata rivista al ribasso, il bonus resta comunque una grande occasione per dare un rinnovamento totale alla propria abitazione, facendo spazio per i nuovi mobili.

Ma come funziona e a chi spetta esattamente il rimborso? Vediamolo nel corso del seguente articolo.

Chi ha diritto al Bonus mobili e quali spese rientrano nella detrazione?

Al Bonus mobili 2022 avranno diritto persone in affitto, anche in comodato d’uso, e ovviamente i proprietari di case e appartamenti, purché il soggetto interessato sia lo stesso che si accolla le spese relative agli interventi di ristrutturazione.

In generale, il Bonus copre l’acquisto di mobili nuovi, grandi elettrodomestici di classe energetica A o superiore per i forni, E per quanto riguarda lavatrici e lavastoviglie, F per i congelatori e i frigoriferi.
Sono incluse anche le spese di trasporto e montaggio, e dei sistemi di illuminazione di base dell’unità abitativa.

Sono ovviamente esclusi dal Bonus tutti gli elettrodomestici che non rispecchiano le caratteristiche sopra elencate, oltre naturalmente agli infissi (porte e finestre) e alla pavimentazione.

Come ottenere il Bonus mobili

Per ottenere il Bonus mobili 2022 occorre innanzitutto procedere al pagamento tramite formule tracciabili, come ad esempio il pagamento con bancomat, ed evitare contanti o assegni.

Dopodiché, è possibile usufruire della detrazione Irpef che verrà erogata in 10 parti uguali annuali. A tutti gli effetti, quindi, la detrazione potrà dirsi completa solo dopo 10 anni.
Per evitare questo lungo lasso di tempo in attesa è possibile tuttavia procedere attraverso altre due opzioni:

  • La cessione del credito ad un ente terzo (come ad esempio una banca).
  • Lo sconto in fattura, che si traduce quindi in uno sconto immediato al momento dell’acquisto.

Infine, è importante tenere bene a mente una scadenza: la data di avvio lavori.
Infatti, per avere diritto al Bonus mobili 2022 occorre aver iniziato i lavori di ristrutturazione non prima del primo gennaio 2021, ed è essenzialmente possibile dimostrare tale data attraverso tre modalità:

  • La comunicazione all’Azienda sanitaria locale
  • Una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà laddove la condizione sopra non sia necessaria
  • Eventuali abilitazioni amministrative richieste in comune

Non liberarti dei mobili più cari: sfrutta tutti i vantaggi di Casaforte

Per quanto l’agevolazione renda più facile la sostituzione dei mobili, trovare spazio per i lavori e la fase di avvicendamento non è mai facile.

In più occorre sottolineare un altro aspetto: molte persone non vorrebbero affatto liberarsi di tutti i mobili, chi per scelta d’arredo (il pezzo classico ha sempre il suo fascino), chi più semplicemente per valori simbolici e affettivi.

In tutti questi casi, Casaforte ha la soluzione ideale a questo problema: i suoi Hotel delle Cose rappresentano una soluzione di self storage moderna ed affidabile, adatta ad ospitare tutti i mobili della propria abitazione in totale sicurezza e praticità.

Ogni box è infatti dotato di sistema di allarme e videosorveglianza attivi h24 per una sicurezza totale dei beni conservati, e grazie a una buona aerazione tutti gli spazi permettono di mantenere i mobili al sicuro da agenti atmosferici e dall’umidità (particolarmente dannosa in quanto portatrice di muffe e rigonfiamenti per il legno).

Se siete quindi interessati a rinnovare la vostra abitazione con il Bonus 2022, cercate un self storage Casaforte: gli Hotel delle Cose sono diffusi presso le principali città italiane, e non sarà difficile trovarne uno vicino alla vostra residenza.


Invia subito la tua richiesta