Come organizzare la prima esperienza da universitario fuori sede

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

La vita da universitario fuori sede non è affatto facile. Infatti, quando ci si prepara ad affrontare un periodo di studio lontano da casa sono molti i cambiamenti a cui è necessario fare fronte: la nuova università, i nuovi amici e i nuovi docenti, i nuovi corsi e infine (ultimo, ma non certo per importanza) il cambio di vita e di ambienti.

Quest’ultimo step viene spesso sottovalutato dagli studenti, in quanto le incombenze pratiche della vita quotidiana vengono giudicate più importanti per affrontare la giornata.
In realtà, la creazione di uno spazio armonioso, efficiente e che richiami in qualche modo l’atmosfera di casa è fondamentale per organizzare una nuova vita felice e produttiva. 

Pertanto, se sei alla ricerca di consigli 
efficaci per organizzare la tua vita da studente universitario fuori sede, continua a leggere la nostra guida e scopri come organizzare la prima esperienza fuori sede.

Trova la tua routine

Elaborare una routine è fondamentale per stabilire i ritmi della giornata, della settimana e di conseguenza della tua nuova vita fuori sede.

Uscire di casa, fare compere, ordinare la spesa, fare le pulizie ma anche dedicare del tempo a se stessi per lo sport, per coltivare un hobby o per uscire con gli amici sono tutti modi efficaci per non correre il rischio di impigrirsi.

In effetti, non c’è miglior soluzione che alzarsi dal divano e organizzare il proprio tempo per scoprire che siamo in grado di fare molte più cose di quante inizialmente pensassimo.

La cosa più interessante, poi, è che tramite la definizione di una buona routine non solo riuscirai a fare più cose, ma a tutti gli effetti non ti sentirai nemmeno stanco: la migliore gestione delle energie e dei tempi, infatti, ti permetterà di raggiungere un benessere superiore senza per questo rinunciare a svolgere un numero maggiore di attività.

Tieni un’agenda con numeri e indirizzi importanti

Un altro consiglio fondamentale per l’universitario che si appresta a vivere un’esperienza fuori sede è senza dubbio quello di tenere sempre un’agenda (va benissimo anche digitale) con tutti i numeri di telefono e gli indirizzi più importanti.

Sembrerà un tantino eccessivo, ma gli imprevisti accadono proprio quando meno ce lo aspettiamo, ed è proprio in quei frangenti che avere ogni riferimento facilmente a disposizione risulterà non solo estremamente pratico nella risoluzione delle criticità, ma soprattutto molto rassicurante in un momento in cui, quasi sicuramente, ci troveremo ad essere molto agitati.

Quindi, è importante annotare il numero e l’indirizzo della polizia, di un ospedale vicino, ma anche di un buon elettricista e di un idraulico (non si sa mai quali urgenze possano capitare in casa). Infine, anche il numero di telefono dell’università e di una persona di riferimento a casa: in questo modo non mancheranno preziosi aiuti e consigli sia da persone a noi vicine che da persone con un’ottima conoscenza della realtà locale.

Fai regolarmente le pulizie e riordina

Fare regolarmente le pulizie rappresenta uno step irrinunciabile per gettare le fondamenta di un’esperienza positiva fuori casa.

In effetti, non c’è nulla peggio del disordine e della trasandatezza per trascorrere giornate in ambienti poco funzionali a una vita ordinata e organizzata.

Pertanto, il primo consiglio indispensabile per lo studente fuorisede è quello di fare regolarmente le pulizie del proprio spazio.

In particolare, i piatti e le stoviglie andranno lavate quotidianamente così da essere sempre pronti a ricevere eventuali ospiti.
La vita da studente fuori sede, infatti, è costellata da amicizie e conoscenze dell’ultimo minuto e una cucina in ordine ti consentirà di organizzare cene improvvisate di tutto rispetto.

Impara a ottimizzare gli spazi

Che tu viva in una stanza, in un monolocale o abbia la fortuna di stare in un appartamento più ampio, l’ottimizzazione degli spazi di casa è un altro consiglio indispensabile per un universitario fuori sede.
Infatti, trovare ogni volta gli oggetti di cui abbiamo bisogno in poco tempo e con poco sforzo è fondamentale per farci sentire sempre a nostro agio e, in definitiva, davvero a casa.

Ma ottenere questo risultato operando nel disordine è sostanzialmente impossibile, ed ecco quindi spiegato perché ordinare la casa e ottimizzare gli spazi a disposizione risulta fondamentale per una vita comoda ed efficiente.

Molto importante è anche combattere la tendenza all’accumulo seriale che ci porta ad ammassare scatole e sacchetti per la casa: infatti, per quanto l’ordine venga mantenuto regolarmente, è impossibile ottenere spazi efficienti se la casa risulta stipata di oggetti che non è in grado di ospitare.

Lo stesso discorso, quindi, vale per tutti coloro i quali sono soliti portare ogni cosa dalla casa di origine (mobili compresi). Risulta invece molto più pratico dotarsi o portare con sé solo tutto quanto è strettamente necessario, senza per forza doversi sbarazzare del resto.

Casaforte: il self storage alleato dello studente fuori sede

Con gli Hotel delle Cose, Casaforte offre una soluzione perfetta per tutti gli studenti universitari fuori sede che intendano mantenere a portata di mano accessori per lo sport, per gli hobby, e per tutti gli oggetti che non trovano spazio nel nuovo appartamento.

I box, allarmati e videosorvegliati h24, presentano i migliori standard di sicurezza e ti permetteranno di conservare i tuoi oggetti
più cari per lungo tempo senza pensieri.

Inoltre, gli Hotel delle Cose sono disponibili in un ampio range di “taglie”, da un minimo di 2 metri quadri fino a un massimo di 120: trovare lo spazio perfetto per le proprie esigenze e le proprie tasche è un gioco da ragazzi.

Distribuiti nelle maggiori città italiane, gli Hotel delle Cose sono anche estremamente facili da raggiungere, anche con i mezzi, permettendoti di recuperare in poco tempo tutti gli oggetti di cui hai bisogno.

Contattaci e scopri tutti i dettagli della nostra offerta!

 

 

Invia subito la tua richiesta