Come preparare e gestire un immobile da affittare a distanza

Facebook
Twitter
LinkedIn

Come si gestisce una casa vacanze da remoto in modo sicuro e conveniente?

Come funzionano le piattaforme online come Booking ed AirBnb e quale conviene utilizzare per affittare a distanza il proprio immobile, anche solo per brevi periodi?

Se anche tu desideri affittare la seconda casa per l’estate o se semplicemente vorresti una rendita durante i periodi lontano da casa per studio o lavoro, continua a leggere: in questo post troverai una serie di consigli pratici per affittare la tua casa in modo pratico e senza troppo stress!

Cosa scegliere tra AirBnb e Booking per affittare casa?

La prima domanda che sorge quando si decide di affittare il proprio immobile per brevi periodi è sempre la stessa: come e dove pubblicizzare l’appartamento? Utilizzando il passaparola, le agenzie immobiliari o una delle apposite piattaforme online?

E poi: qual è la via più comoda e sicura per gestire prenotazioni e pagamenti?

Le soluzioni sono numerose, a partire dai tanti servizi di prenotazione online che offrono una enorme visibilità e mettono a disposizione un comodo servizio per la gestione dei pagamenti.

I più famosi e utilizzati sono Booking ed Airbnb. Vediamo più nel dettaglio le caratteristiche di entrambi.

Booking: semplice, ma non banale

Booking è forse il più famoso sito nel settore dell’ospitalità. Offre non solo classici alberghi e ostelli, ma anche case vacanza, B&B, appartamenti e camere in affitto.

Oltre alla grande visibilità che questo enorme portale può offrire, utilizzare Booking per affittare casa ha alcuni interessanti vantaggi:

  • puoi scegliere i requisiti che i tuoi ospiti devono soddisfare per poter prenotare;
  • hai a disposizione un servizio clienti attivo 24 ore su 24 in caso di problemi;
  • ti viene fornito un gateway di pagamento per accettare pagamenti online;
  • non devi sottoscrivere un contratto a lungo termine con Booking: se decidi di smettere di utilizzare il sito, puoi lasciare quando vuoi.

Gli annunci su Booking sono prenotabili istantaneamente, senza bisogno della tua approvazione. Perciò dovrai avere un calendario sempre aggiornato ed essere molto attento alle richieste dei tuoi ospiti.

Le commissioni di Booking sono di circa il 15-18% sul totale della prenotazione.

 

camera con letto matrimoniale

Come avrai capito, affittare casa con Booking è semplice e sicuro, ma richiede una dedizione e un impegno costante.

AirBnb: il più amato per brevi periodi

Airbnb è uno dei servizi di hosting più apprezzati dai viaggiatori di tutto il mondo, e di conseguenza anche da chi desidera affittare la propria casa (o anche soltanto una camera) per brevi periodi.

Puoi scegliere tra la formula di prenotazione immediata oppure optare per la richiesta di prenotazione: in questo caso avrai 24 ore di tempo per confermare o rifiutare l’ospite.

Registrarsi e pubblicare un annuncio è veloce e gratuito. Ma quanto addebita Airbnb?

Come host pagherai al sito una commissione del 3% sul subtotale della prenotazione (che corrisponde alla somma tra costo del soggiorno al netto delle tasse e i costi per i servizi facoltativi, come le spese di pulizia). Agli ospiti, invece, viene addebitato un costo del servizio pari a circa il 14% del subtotale della prenotazione. 

Airbnb può rivelarsi un’opportunità redditizia, ma come Booking richiede un certo impegno. Occorre garantire sempre un’esperienza positiva agli ospiti: basta infatti una distrazione o una dimenticanza per rovinare tutto con qualche brutta recensione.

Alcuni consigli per evitare errori:

  • Descrivi in modo onesto il tuo appartamento
    Nessun alloggio è troppo piccolo, spartano o stravagante per poter essere apprezzato su Airbnb, l’importante è descriverlo correttamente e proporlo ad un prezzo adeguato. In questo modo eviterai false aspettative ed intercetterai la tipologia di ospite più adatta.
  • Decidi come e quanto ospitare
    Airbnb consente di impostare manualmente i giorni in cui il tuo alloggio non è disponibile, scegliere orari di check-in e check-out specifici, definire un numero minimo o massimo di notti in cui gli ospiti possono soggiornare… e altro ancora. Puoi anche creare le “regole della casa” per specificare cosa è consentito e cosa no nel tuo alloggio.
  • Prepara un’accoglienza familiare
    Ricordati di fornire i servizi di base: asciugamani, sapone e carta igienica, ma anche qualcosa da bere e da mangiare per coloro che arriveranno stanchi e affamati.

Altro aspetto fondamentale, l’ordine. Fai decluttering per ottimizzare gli spazi e lasciarli il più possibile sgombri da arredi, oggetti personali e altre cose inutili per gli ospiti. Riempi gli scatoloni e porta tutto in garage o nel self storage più vicino.

Se invece avessi una collana di libri sulla cucina locale o sulle bellezze naturali della zona… beh, metti tutto in bella mostra: aiuteranno a creare un’atmosfera familiare e a fare emergere il tuo annuncio su tutti gli altri!

salotto con stufa e divani chiari

Preparare l’alloggio per l’affitto: altri consigli utili

Arredi funzionali e istruzioni per gli ospiti

Hai deciso di affittare stabilmente l’appartamento come casa vacanza? Potrebbe essere utile rivedere la disposizione stessa degli arredi, con un vero e proprio lavoro di home staging.

Un appartamento da destinare agli affitti brevi deve infatti essere non soltanto funzionale e accogliente ma anche facile e veloce da riordinare e da pulire. Meglio quindi lasciare solo l’occorrente, riducendo al minimo arredi, sedie in eccesso, piccoli soprammobili…

È inoltre utile preparare una checklist con istruzioni pratiche per gli ospiti. Pensiamo ad esempio alla gestione della raccolta differenziata, al funzionamento della lavatrice e della lavastoviglie e al percorso per raggiungere il contatore elettrico in caso di bisogno.

Cerca un’impresa di pulizie e fornitori affidabili

Tra un affitto e l’altro l’appartamento deve essere riordinato e pulito: sarà quindi necessario affidarsi a una domestica o a un’impresa di pulizie qualora non potessi occupartene personalmente.

E poi uno scarico intasato, un guasto all’impianto elettrico, un chiavistello bloccato: sono molti i piccoli contrattempi che potrebbero complicare il soggiorno degli ospiti.

Bisogna dunque organizzarsi in anticipo con persone di fiducia e professionisti locali, lasciando agli ospiti un’agenda con i contatti telefonici di idraulici, elettricisti e tuttofare di fiducia.

Opta per il Self check-in

Infine, se intendessi affittare il tuo appartamento a distanza faresti bene a pensare a un metodo sicuro ed efficace per il self check-in degli ospiti.

Risultano molto utili in questo senso le serrature elettroniche, che permettono di accedere all’appartamento utilizzando un codice; oppure le mini-cassaforti esterne, che custodiranno le chiavi di casa in attesa dei tuoi ospiti.

Usa il Self storage per le tue cose personali

Gli armadi della seconda casa che vuoi affittare contengono ancora i tuoi vestiti o oggetti personali che giustamente non hai piacere di lasciare incustoditi all’arrivo degli ospiti?

L’appartamento è ancora pieno di vecchie fotografie e tanti piccoli ricordi di famiglia, preziosi per te ma poco utili per gli ospiti?

È importantissimo nella preparazione dell’appartamento liberare le stanze da tutti quegli oggetti personali e da tutte le cose che non vuoi possano essere rovinate dai tuoi ospiti; eppure non basta chiuderli in un armadio o sgabuzzino, perché è importante creare degli spazi funzionali per la gente che dovrà alloggiare nella tua casa.

Gli Hotel delle Cose di Casaforte servono proprio a questo: ad offrirti uno spazio su misura, privato, asciutto e videosorvegliato, calcolato sulle tue reali esigenze, da utilizzare finché ne avrai bisogno.

In questo modo potrai custodire senza pensieri le tue cose e preparare la tua casa per l’affitto! 

Invia subito la tua richiesta

    SEI SICURO DI NON VOLER RICEVERE UN PREVENTIVO GRATUITO ORA?

    Chiama gratuitamente: 800 363 000

    è il modo più rapido per avere tutte le info e un preventivo senza impegno.

    Siamo qui per te!