Arredi a noleggio: la soluzione pay-per-use per affitti brevi

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Siamo o non siamo nell’era della share economy? Ad oggi è possibile affittare per periodi brevi qualsiasi cosa: appartamenti, monopattini, abiti, automobili, attrezzature professionali…e ormai persino gli arredi.

In parte per contrastare le logiche dello spreco, in parte per offrire un nuovo servizio utile a svariati potenziali clienti, l’affitto degli arredi sta diventando una vera e propria tendenza soprattutto presso chi si trova a vivere da solo ma non vuole ancora impegnarsi con l’acquisto di una casa di proprietà.

Le persone che scelgono di affittare un appartamento, infatti, ben consapevoli che la sistemazione risulterà soltanto temporanea, non hanno alcun interesse ad investire in un arredo definitivo per l’abitazione: un aspetto che sta decretando sempre più il successo degli arredi in affitto.

Ma come funziona esattamente la formula d’affitto dei mobili? Qual è la durata del contratto e a chi è rivolto esattamente questo servizio? Scopriamolo nel nostro articolo.

Siamo o non siamo nell’era della share economy? Ad oggi è possibile affittare per periodi brevi qualsiasi cosa: appartamenti, monopattini, abiti, automobili, attrezzature professionali…e ormai persino gli arredi.

In parte per contrastare le logiche dello spreco, in parte per offrire un nuovo servizio utile a svariati potenziali clienti, l’affitto degli arredi sta diventando una vera e propria tendenza soprattutto presso chi si trova a vivere da solo ma non vuole ancora impegnarsi con l’acquisto di una casa di proprietà.

Le persone che scelgono di affittare un appartamento, infatti, ben consapevoli che la sistemazione risulterà soltanto temporanea, non hanno alcun interesse ad investire in un arredo definitivo per l’abitazione: un aspetto che sta decretando sempre più il successo degli arredi in affitto.

Ma come funziona esattamente la formula d’affitto dei mobili? Qual è la durata del contratto e a chi è rivolto esattamente questo servizio? Scopriamolo nel nostro articolo.

Arredi a noleggio: la porta di accesso per un interior design di classe

Come dicevamo, in generale chi affitta una casa per un breve periodo non ha troppo interesse nell’investire grosse somme nell’arredo interno, tantomeno se si tratta di costosi mobili di marchi rinomati.

Eppure, chi non ha mai desiderato una cucina firmata o un salotto di design? Marchi come Scavolini, Meda, Flos e via dicendo sono in grado di cambiare il volto della nostra abitazione, rendendola decisamente più piacevole da abitare tanto per noi quanto per gli ospiti.
Come coniugare le necessità di un affitto breve con la possibilità di dotarsi di un arredo di livello, senza dover investire cifre faraoniche?

In questo caso, l’affitto degli arredi rappresenta una scelta in grado di fare la differenza: con contratti d’affitto che in media rispecchiano il classico 4+4, potremo dotarci a una cifra sostenibile di mobili eleganti e di alta qualità, in grado di conferire un tocco di classe all’intera abitazione.

Noleggio degli arredi interni: una scelta vantaggiosa anche per i locatari

E che dire dei locatari? Chi si trova a ristrutturare casa o a comprarne una nuova, deve poi mettere in conto un ulteriore investimento per l’arredo degli interni, per offrire case pronte da subito e moltiplicare di conseguenza le chance di affitto.

Tuttavia non tutti gli affittuari potrebbero trovare utili o gradevoli i mobili appena comprati: ognuno infatti ha le proprie esigenze e soprattutto i propri gusti in fatto di stile, e questo aspetto potrebbe vanificare o addirittura rendere controproducente l’investimento fatto dal locatario.

Anche in questo caso, gli arredi in affitto rappresentano la scelta ideale per ottimizzare gli investimenti. Affidandosi a un contratto 4+4, infatti, è possibile far coincidere l’affitto dell’arredo con quello dell’unità abitativa, trovando quindi di volta in volta i mobili ideali per il prossimo affittuario.

E se ancora non si è riusciti ad affittare una casa, è bene ricordare che tramite la tecnica dell’home staging è possibile migliorare di molto l’aspetto della propria abitazione anche grazie all’affitto di mobili temporanei, per ottenere foto di prima classe in grado di migliorare l’inserzione.

Per chi fosse interessato a conoscere nel dettaglio questa pratica promozionale, abbiamo realizzato la guida come affittare la seconda casa con l’home staging.

Una possibilità importante anche per gli studenti

Veniamo infine agli studenti. Anche in questo caso, infatti, l’affitto degli arredi può risultare particolarmente vantaggioso.

Chi si è trovato a cercare una casa in affitto sa che, in media, le abitazioni prive di arredo interno hanno un canone decisamente più basso e accessibile, rendendole di fatto un target potenzialmente ideale per gli studenti.

I quali, però, trovandosi ad affittare per periodi brevi, non hanno interesse ad acquistare un arredo completo, aspetto che oltretutto andrebbe a penalizzarli eccessivamente sul piano economico. Ecco quindi che la scelta di un arredo semplice in affitto rappresenta un costo sostenibile e agile, perfetto per le necessità di chi deve ottimizzare i costi.

Ottimizzare i costi ed evitare gli sprechi: la chiave della share economy

Se ci pensiamo bene, le tre situazioni sopra descritte sono tutte caratterizzate da un fil rouge comune: la necessità di ottimizzare i costi ed evitare gli sprechi.

La logica della share economy, infatti, non è tanto quella di abbattere i costi a suon di privazioni e rinunce, quanto quella di ottimizzare la spesa andando ad investire e più in generale utilizzare risorse solo quando strettamente necessario.

Questo principio, lo abbiamo appena visto, può essere applicato agli arredi così come ai mezzi di trasporto, alle attrezzature tecnologiche e, naturalmente, anche a beni di prima necessità come lo spazio.

Quante volte ci è capitato di dover archiviare un vecchio mobile di valore, oppure un oggetto caro da cui non vogliamo separarci, senza tuttavia avere sufficiente spazio in casa? E se la share economy offrisse una possibilità anche per le esigenze di archiviazione temporanea?
Fortunatamente, questa possibilità esiste e rappresenta ormai una realtà consolidata in Italia: stiamo parlando del self storage.

Hotel delle Cose: il self storage perfetto per l’archiviazione a breve e lungo termine

Con gli Hotel delle Cose, Casaforte offre box di svariate dimensioni per l’archiviazione temporanea.

La logica di base è quella di mettere a disposizione dei clienti un servizio di prima scelta caratterizzato da una grandissima flessibilità: indipendentemente dalle dimensioni, infatti, tutti gli spazi degli Hotel delle Cose sono caratterizzati da un ambiente salubre e asciutto, e da un sistema di videosorveglianza e allarme attivo h24.

Inoltre Casaforte qualora le tue esigenze cambiassero nel tempo, offre la possibilità di passare a un box più grande, o più piccolo a seconda delle nuove necessità: in questo modo l’investimento è ulteriormente ottimizzato in quanto si paga solo per lo spazio che ti serve e solo per il tempo che ti occorre!

Il personale gentile e qualificato è infine sempre a disposizione per offrire consigli utili sulla disposizione di merci e scatoloni, così da sfruttare ogni box fino all’ultimo centimetro disponibile.

Gli Hotel delle Cose sono distribuiti presso le maggiori città italiane: vieni a trovarci e scopri con mano la nostra qualità.

Invia subito la tua richiesta